Vedi Tutte

Circolare 5/2022 – Bonus per l’acquisto di energia elettrica e gas. Focus su società non energivore e non gasivore

scarica la circolare in PDFScarica l'articolo in PDF

  1. Premessa
  2. Imprese diverse da quelle “energivore” (consumi di energia elettrica)
  3. Imprese diverse da quelle “gasivore” (consumi di gas)
  4. Irrilevanza fiscale
  5. Modalità di utilizzo
  6. Cumulabilità con altre agevolazioni
  7. Informazioni necessarie per la verifica sulla spettanza dei bonus

1 PREMESSA

Sono previsti alcuni crediti d'imposta, a parziale compensazione dei maggiori oneri sostenuti, per l'acquisto di energia elettrica e di gas naturale a favore di:

  • imprese energivore (art. 15 del DL 4/2022, art. 4 del DL 17/2022, art. 5 del DL 21/2022 e art. 6 del DL 115/2022);
  • imprese gasivore (art. 15.1 del DL 4/2022, art. 5 del DL 17/2022, art. 5 del DL 21/2022, art. 2 del DL 50/2022 e art. 6 del DL 115/2022);
  • imprese diverse dalle precedenti, in presenza di determinate condizioni (artt. 3 e 4 del DL 21/2022, art. 2 del DL 50/2022 e art. 6 del DL 115/2022).

La seguente tabella riepiloga la misura dei crediti d'imposta in esame.

Soggetti beneficiari I trimestre 2022 II trimestre 2022 III trimestre 2022
Imprese energivore 20% 25% 25%
Imprese non energivore - 15% 15%
Imprese gasivore 10% 25% 25%
Imprese non gasivore - 25% 25%

Con specifico riferimento alle imprese diverse da quelle energivore e gasivore, si noti quanto segue.

 

2 IMPRESE DIVERSE DA QUELLE “ENERGIVORE” (CONSUMI DI ENERGIA ELETTRICA)

Alle imprese diverse da quelle energivore ex DM 21.12.2017, dotate di contatori di potenza disponibile pari o superiore a 16,5 kW, sono riconosciuti specifici crediti d'imposta.

Secondo trimestre 2022

Viene riconosciuto un credito d'imposta pari al 15% (in luogo del 12% inizialmente previsto) della spesa sostenuta per l'acquisto (comprovato dalle relative fatture) della componente energetica effettivamente utilizzata nel secondo trimestre del 2022 (art. 3 del DL 21/2022 e art. 2 co. 3 del DL 50/2022; cfr. anche circ. Agenzia delle Entrate 13/2022, § 3).

Il credito d'imposta spetta qualora il prezzo della componente energetica, calcolato sulla base della media riferita al primo trimestre 2022 e al netto delle imposte e degli eventuali sussidi, abbia subito un incremento del costo per kWh superiore al 30% rispetto al corrispondente prezzo medio riferito al medesimo trimestre 2019.

Terzo trimestre 2022

Il credito di imposta è pari al 15% della spesa sostenuta per l'acquisto della componente energetica, effettivamente utilizzata nel terzo trimestre dell'anno 2022, comprovato mediante le relative fatture d'acquisto, qualora il prezzo della stessa, calcolato sulla base della media riferita al secondo trimestre 2022, al netto delle imposte e degli eventuali sussidi, abbia subito un incremento del costo per kWh superiore al 30% del corrispondente prezzo medio riferito al medesimo trimestre dell'anno 2019 (art. 6 co. 3 del DL 115/2022).

 

3 IMPRESE DIVERSE DA QUELLE “GASIVORE” (CONSUMI DI GAS)

Per le imprese diverse da quelle a forte consumo di gas naturale ex art. 5 del DL 17/2022, è previsto

Secondo trimestre 2022

Un credito d'imposta pari al 25% (in luogo del precedente 20%) della spesa sostenuta per l'acquisto del gas consumato (non per usi termoelettrici) nel secondo trimestre solare del 2022 (art. 4 del DL 21/2022 e art. 2 co. 1 del DL 50/2022; cfr. circ. Agenzia delle Entrate 16.6.2022 n. 20).

Il credito d'imposta è riconosciuto a condizione che il prezzo di riferimento del gas naturale, calcolato come media, riferita al primo trimestre 2022, dei prezzi di riferimento del Mercato Infra-giornaliero (MI-GAS) pubblicati dal Gestore dei mercati energetici (GME), abbia subito un incremento superiore al 30% del corrispondente prezzo medio riferito al medesimo trimestre del 2019.

Terzo trimestre 2022

Il credito d'imposta è pari al 25% della spesa sostenuta per l'acquisto del gas naturale, consumato nel terzo trimestre solare dell'anno 2022 (per usi energetici diversi da quelli termoelettrici), qualora il prezzo di riferimento del gas naturale, calcolato come media, riferita al secondo trimestre 2022, dei prezzi di riferimento del Mercato Infragiornaliero (MI-GAS) pubblicati dal Gestore del mercati energetici (GME), abbia subito un incremento superiore al 30% del corrispondente prezzo medio riferito al medesimo trimestre dell'anno 2019 (art. 6 co. 4 del DL 115/2022).

4 IRRILEVANZA FISCALE

Per espressa previsione normativa, tutti i suddetti crediti d'imposta:

  • non concorrono alla formazione del reddito e del valore della produzione ai fini dell'IRAP;
  • non rilevano ai fini della determinazione del pro rata di deducibilità degli interessi passivi e delle spese generali, di cui agli artt. 61 e 109 co. 5 del TUIR.

5 MODALITÀ DI UTILIZZO

I suddetti crediti di imposta sono utilizzabili:

  • entro il 31.12.2022;
  • esclusivamente in compensazione nel modello F24, ai sensi dell'art. 17 del DLgs. 241/97;
  • senza applicazione dei limiti annuali alle compensazioni di cui all'art. 1 co. 53 della L. 244/2007 e all'art. 34 della L. 388/2000.

La seguente tabella riepiloga i codici tributo da utilizzare.

Codice tributo Agevolazione
6960 Credito d'imposta per imprese energivore (I trimestre 2022)
6961 Credito d'imposta per imprese energivore (II trimestre 2022)
6962 Credito d'imposta per imprese gasivore (II trimestre 2022)
6963 Credito d'imposta per imprese non energivore (II trimestre 2022)
6964 Credito d'imposta per imprese non gasivore (II trimestre 2022)
6966 Credito d'imposta per imprese gasivore (I trimestre 2022)

I crediti d'imposta possono essere utilizzati in compensazione, purché le spese per l'acquisto dell'energia elettrica e del gas naturale consumati siano:

  • sostenute nel trimestre di riferimento, ai sensi dell'art. 109 del TUIR;
  • documentate mediante il possesso della fattura di acquisto.

I crediti d'imposta sono inoltre cedibili dalle imprese beneficiarie entro il 31.12.2022, in maniera simile a quanto già previsto per i bonus edilizi.

6 CUMULABILITÀ CON ALTRE AGEVOLAZIONI

I crediti d'imposta in esame sono cumulabili con altre agevolazioni che abbiano ad oggetto i medesimi costi, a condi-zione che tale cumulo, tenuto conto anche della non concorrenza alla formazione del reddito e della base imponibile dell'IRAP, non porti al superamento del costo sostenuto.

7 INFORMAZIONI NECESSARIE PER LA VERIFICA SULLA SPETTANZA DEI BONUS

Consumi di energia elettrica:

  • Conferma che la società sia energivora o non energivora
  • In caso di società non energivora, conferma della presenza di una fornitura di energia elettrica con potenza disponibile pari o superiore a 16,5 kW
  • Copia delle fatture/bollette relative all’acquisto di energia elettrica (riportanti il consumo di KWh, che solitamente non è presente sulla stampa delle fatture elettroniche) relative a:
    • 1° trimestre 2019
    • 2° trimestre 2019
    • 3° trimestre 2019
    • 1° trimestre 2022
    • 2° trimestre 2022
    • 3° trimestre 2022

Consumi di gas:

  • Conferma che la società sia gasivora o non gasivora
  • Copia delle fatture/bollette relative all’acquisto di gas (riportanti il consumo in SMC, che solitamente non è presente sulla stampa delle fatture elettroniche)
    • 1° trimestre 2022
    • 2° trimestre 2022
    • 3° trimestre 2022

 

Lo Studio si rende disponibile per assistere le Società interessate al conseguimento dei bonus eventualmente spettanti.

 

 

NOTA BENE - Le informazioni contenute nella presente circolare sono fornite con l’intendimento che non possano es-sere interpretate come prestazioni di consulenza legale, contabile, fiscale o di altra natura professionale. Il contenuto ha finalità̀ esclusivamente divulgativa generale e non può̀ sostituire incontri con consulenti fiscali, legali o professionali di altra natura. Prima di adottare scelte o provvedimenti, è necessario consultare consulenti professionali qualificati. Lo Studio Fazzini & Partners, nonché́ i relativi soci, professionisti e dipendenti, declinano qualsivoglia responsabilità̀ nei confronti di chiunque per le decisioni o i provvedimenti adottati, che fanno esclusivo affidamento sulle informazioni contenute nella presente circolare. Le informazioni contenute nella presente circolare sono di proprietà̀ dello Studio Fazzini & Partners e possono essere usate esclusivamente a fini personali e interni; è vietato copiarle, inoltrarle o fornir-le comunque a terzi.

Top